Blockchain, il vino al Vinitaly sposa l’agricoltura 4.0

Il vino apre le porte alle tecnologie di agricoltura 4.0, come la blockchain. Quattro aziende vitivinicole italiane sono le prime ad avere adottato My story, una soluzione specifica per il settore food & beverage di tracciabilità digitale, dalla vite alla bottiglia. Con la garanzia di Dnv Gl, uno dei principali enti di certificazione a livello mondiale.

QUATTRO AZIENDE VINICOLE PIONIERE: UNA SOLUZIONE PER LA PIENA TRACCIABILITÀ DELLA FILIERA A VANTAGGIO DEL CONSUMATORE

Le cantine pioniere nel campo dell’innovazione sono la piemontese Michele Chiarlo, la franciacortaina Ricci Curbastro, la toscana Ruffino e la pugliese Torrevento. My Story permette di tracciare ogni passaggio lungo la filiera: dai fitofarmaci utilizzati, ai trattamenti con i fertilizzanti, al contenuto dei solfiti aggiunti, ai vitigniutilizzati. Una sorta di carta di identità del prodotto non solo in chiave di tracciabilità e sicurezza alimentare. Ma anche di plus, come la sostenibilità ambientale o la Denominazione di origine controllata.

Leggi di più..

Altre news dal mondo IOT

2018-04-16T09:25:08+00:00

Leave A Comment