Dalle spazzole per capelli alla bilancia, nei dispositivi per i consumatori ed in quelli industriali si stanno inserendo dei microchip in grado di collezionare e comunicare dati.

Tostapani intelligenti, termometri rettali connessi e collari fitness per cani sono solo alcuni degli “stupidi oggetti” di tutti i giorni connessi al web, e perciò facenti parte di quello che viene chiamato Internet of Things (IoT). Connettere le macchine e gli oggetti industriali apre ad una potenziale ‘quarta rivoluzione industriale‘, e non a caso gli esperti affermano che nel 2020, più della metà del nuovo business farà parte del mondo IoT.

Di seguito c’è tutto quello da sapere su un mondo che è sempre più ‘connesso’.

Leggi di più..