Mobile, Big Data, Cloud Computing, Cybersecurity e IoT: sono le aree più attive nelle imprese. E su queste si concentra la CIO Survey 2017 promossa da Capgemini Italia, Cisco e Tim. Cambiano le relazioni con fornitori, partner e clienti. Ma anche il ruolo del Chief Innovation Officer.

Il percorso delle aziende italiane sulla strada della digitalizzazione è definitivamente avviato: le trasformazioni in corso influiscono soprattutto nella relazione tra impresa e cliente per il 93% delle società intervistate, ma anche sull’organizzazione e i processi interni (87%) e sulla relazione tra azienda e fornitore (85%). I “cantieri digitali” che sono stati aperti nelle imprese riguardano principalmente il Mobile (il 68%) e i Big Data (59%), a cui seguono Cloud Computing (56%), Cyber Security (54%) e Internet of Things (46%). È la fotografia scattata dalla CIO Survey, indagine realizzata su circa 70 responsabili ICT delle realtà private italiane, promossa da Capgemini Italia, CISCO e TIM e condotta da NetConsulting cube. Al centro della discussione dell’edizione 2017 il percorso che le realtà imprenditoriali stanno perseguendo verso la digitalizzazione, i “cantieri” tecnologici abilitanti e i relativi impatti.

L’adozione di nuovi paradigmi digitali pone le basi per la nascita di un nuovo modello di azienda: la Digital Enterprise. Per le aziende si tratta di un’evoluzione radicale, un profondo cambiamento delle relazioni con i clienti, un ripensamento dell’organizzazione e dei processi interni e una trasformazione del rapporto con i fornitori e altri attori a monte della filiera (85%).

Leggi di più..